Il candidato sindaco si presenta

Sono nato a Siena nel 1978 e lavoro come dipendente della nostra Università.

Da molti anni, deluso dalla politica tradizionale, mi sono avvicinato al Movimento di Beppe Grillo, condividendone soprattutto gli aspetti che richiamano ad una visione etica e morale della Politica nel nostro Paese. Credo che sia impossibile non vedere il profondo disagio della cittadinanza nei confronti dell’attuale classe politica: i partiti si sono appropriati della gestione del potere politico, relegando al cittadino solo l’onere di apporre una croce sulla scheda elettorale. Oltretutto la vergognosa scelta di eliminare il sistema delle preferenze, prima nella Regione Toscana e poi applicata alla realtà nazionale, ha impedito al cittadino di esprimere democraticamente la propria preferenza trasformando la Politica in un sistema fatto di favoritismi e clientelismi, in cui il “numero di voti” conta più delle capacità e delle idee.

Credo che la sempre più ampia percentuale dell’astensionismo elettorale sia indice dell’incapacità dei Partiti tradizionali di rappresentare degnamente il cittadino e le sue esigenze, appropriandosi di tutti gli spazi di potere della società, chiudendo al dialogo, al confronto, alla dialettica. Eppure nella Costituzione Italiana la parola “partito” ricorre solo una volta, nell’art. 49: è il cittadino il fulcro centrale di tutte le norme che regolano il nostro Paese. Purtroppo oggi la prepotenza con cui le forze politiche, attraverso quelle strutture feudali chiamate “partiti”, ha quasi svuotato di significato l’essere cittadino, trasformandolo in una macchina del consenso solo per poter continuare a detenere il potere.

Come candidato sindaco, portavoce della Lista Civica “Movimento Siena 5 Stelle”, credo che sia prioritario portare nuovamente la Politica tra i cittadini, attraverso un sistema di democrazia diretta applicato con l’utilizzo dello strumento referendario, senza quorum, in cui la popolazione esprime direttamente la propria opinione sui temi di primaria importanza per la città.

Pensiamo, ad esempio, a tutta la vicenda dell’Aeroporto di Ampugnano: pur essendo noi contrari all’ampliamento, non sarebbe stato molto più semplice chiedere, attraverso un referendum, direttamente alla cittadinanza ? Non sarebbe stato forse più importante, prima di tutti gli strani equilibrismi politici ed economici a cui abbiamo assistito, interpellare direttamente coloro che avrebbero subito tale scelta ? Ma la vicenda dell’Aeroporto è solo una goccia davanti a tutta una serie di scelte compiute dalle amministrazioni passate, attuate senza interpellare direttamente la cittadinanza: le ARU, i parcheggi a pagamento presso l’Ospedale “Le Scotte”, la vicenda dello Stadio e relativa Cittadella dello Sport…

Assistiamo, inoltre, al disfacimento di tutte le istituzioni storiche della Nostra città: l‘Ospedale (uno dei più antichi del mondo), l’Università, la Banca Monte dei Paschi. Anche il Comune ha i suoi problemi: è notizia di poche settimane addietro che Siena è la quarta città con il debito pro-capite più altro d’Italia, ben  599€ a cittadino. Ci chiediamo, e chiediamo, come sia potuto succedere !

A proposito della Banca MPS, riteniamo indispensabile che i futuri contributi concessi al Comune dalla Fondazione MPS vengano spesi INTERAMENTE a beneficio del welfare, con aiuti alle famiglie disagiate, ai giovani, alle rette per gli asili e le scuole primarie e secondarie: Siena ha priorità sociali ben più importanti di tanti fasti e circensens !

Diciamo basta anche al cumulo delle cariche, soprattutto per quanto riguarda i Consigli di Amministrazione delle società municipalizzate, a partecipazione pubblica e controllate: la Politica deve tornare ad essere al servizio esclusivo del cittadino e non il trampolino di lancio per importanti e ricche poltrone !

Crediamo anche che lo strumento principe per l’applicazione della democrazia sia l’informazione completa ed imparziale: ecco perché vorremo istituire tutta una serie di servizi, attraverso il Web, per permettere al cittadino di assistente in diretta ed in differita a tutti i consigli comunali, colloquiare e segnalare i problemi direttamente all’Amministrazione Comunale, pubblicare tutte le delibere, i bilanci e gli O.d.g. appena disponibili, così da permettere osservazioni e critiche da parte della cittadinanza. Tutti i nostri candidati alla lista civica “Siena 5 Stelle” hanno in mente questa idea di Politica, fatta di scelte condivise, trasparenti, coraggiose ed innovative.

I nostri candidati, nessuno dei quali iscritto a partiti politici, provengono dalla società civile e vivono la città senza privilegi, sobbalzando ad ogni buca nell’asfalto, subendo i disagi dovuti alla carenza dei mezzi pubblici, la burocrazia dei servizi amministrativi, i disagi del precariato, l’onere delle tasse…

E’ per tutti questi motivi che siamo convinti di meritare la fiducia dei senesi, per tornare a respirare aria nuova in città.

Michele Pinassi
Candidato portavoce sindaco Movimento Siena 5 Stelle

Comments