Sul dibattito al Circolo di Ginestreto

Ieri sera ho partecipato, come candidato Sindaco, al dibattito organizzato dal Circolo di Ginestreto. Hanno partecipato anche gli altri candidati o i loro delegati: Alessandro Nannini (Io amo Siena), Alessandro Mugnaini (PD), Laura Vigni (Sinistra per Siena), Fausto Tanzarella (Liste Civiche Senesi).

Dopo un veloce giro di presentazione delle relative liste e coalizioni, la parola è passata al pubblico che affollava -numeroso- la sala. E’ stato sollevato più volte il tema dell’Ampliamento di Ampugnano, che ha visto Nannini ampiamente favorevole per incrementare il turismo. Un secco “no” è arrivato dalle Liste Civiche e dalla Candidata Vigni, mentre il rappresentante del PD ha un pò tergiversato sulla questione, arrivando a proporre un sistema di biglietto integrato (bus + aereo) per raggiungere i due scali di Firenze e Pisa. Noi abbiamo semplicemente riproposto la questione: ma se fossero i cittadini, attraverso un referendum, a decidere ?

E’ proprio sul tema della democrazia diretta e sulla partecipazione che abbiamo spinto di più. In particolare un signore ha domandato quale fosse la differenza tra il Nostro movimento e la Lista Sinistra per Siena della Vigni: noi non siamo un partito, siamo tutte persone provenienti dalla società civile, non abbiamo tessere di partito nè legami con segreterie nazionali, non abbiamo mai avuto incarichi elettivi e limitiamo a 2 i mandati politici.

Proponiamo un modello basato sulla partecipazione attiva dei cittadini. Alla mia provocatoria domanda: “Ma in questi ultimi anni quante volte è venuto il Sindaco Cenni a trovarvi ? Quante volte vi ha chiesto quali sono i problemi di Ginestreto ?” nella sala è sceso un silenzio di tomba, con molti che annuivano rassegnati.

Interessante anche l’intervento di Laura Vigni, più volte sollecitata sui temi caldi della città. Anche le provocazioni di un giovane, poi dichiaratosi del Circolo SEL di Siena, hanno visto la candidata di Sinistra Per Siena pronta a rintuzzare gli attacchi con argomentazioni valide e difficilmente confutabili.

Più in difficoltà, a mio parere, il rappresentante del PD Alessandro Mugnaioli: la sua posizione di rappresentante della maggioranza l’hanno visto oggetto di attacchi diretti alle problematiche di Siena in questi ultimi decenni.  Pur dimostrando estrema preparazione sui temi trattati, difficile non far trapelare il nervosismo dovuto alla delusione di molti cittadini che chiedevano risposte chiare e coincise, a partire dalla tematica sull’Aeroporto di Ampugnano.

Le Liste Civiche hanno confermato la loro linea di unica opposizione in questi anni di governo Cenni, che hanno visto Siena -a loro dire- improverirsi a favore dei pochi, dilapidando i capitali della Fondazione MPS e portando l’Università sul lastrico.

Alessandro Nannini ha più volte ribadito la necessità di tornare ad essere competitivi, sia migliorando le infrastrutture (apertura anche sulla questione delle ferrovie, seppur facendo notare l’enorme costo per la realizzazione: almeno 1 miliardo di euro) che l’offerta culturale.

Unanimità, pertanto, sulla necessità di migliorare i collegamenti con Firenze e Grosseto, sia attraverso le strade che le ferrovie che la viabilità generale di Siena.

Qualche interessante accenno anche alla questione dei PEEP (Piani per l’Edilizia Economico Popolare) e sul precariato, anche se queste tematiche hanno bisogno di ulteriori approfondimenti, data la loro complessità.

Sarebbe stato interessante anche approfondire il tema del rilancio dell’economia cittadina, tema un pò bistrattato, soprattutto sulla questione delle nuove tecnologie e  dell’innovazione, che permetterebbero sia all’Università che all’economia cittadina di rinascere.

La serata si è conclusa alle ore 00:15 circa, con la sala del Circolo ancora affollata di tanti cittadini interessati al dibattito.

Invito tutti coloro che volessero rettificare o approfondire quanto ho scritto o trattato a lasciare un commento o ad inviare una email a info@siena5stelle.it

Michele Pinassi, candidato portavoce sindaco del Movimentro Siena 5 Stelle

 

 

 

Comments