Riflessioni del “dopo elezioni”

Il Movimento Siena 5 Stelle, desidera esprimere il proprio riconoscente ringraziamento a tutti coloro che, nonostante la nutritissima offerta (ben 15 liste e 5 candidati a sindaco), hanno coraggiosamente votato per questa nostra lista, nata appena due mesi prima delle elezioni e composta solo da normalissimi, indipendenti e politicamente anonimi cittadini.

Abbiamo fallito per una manciata di voti l’obiettivo che ci eravamo posti (almeno un consigliere comunale), ma siamo ugualmente orgogliosi del risultato. Orgogliosi anche per averlo ottenuto disponendo solo di un migliaio di euro versati da volontari. Infatti non abbiamo utilizzato né utilizzeremo uno solo di quel miliardo di euro che voi e noi siamo paradossalmente costretti a pagare (come si fa a dire che questo non è un regime?) per mantenere in vita proprio quei partiti che sono gli unici responsabili del disastro cittadino a nazionale.

Come dichiarati antagonisti di quel sistema dei partiti, che a Siena si sono confrontati esclusivamente per disputarsi ciò che è rimasto della passata ricchezza, avevamo davanti un compito difficile. Nessun’altra città d’Italia, fatta eccezione di quelle il cui territorio è sotto il controllo della criminalità organizzata, può vantare un regime così oppressivo, perché in nessun’altra città d’Italia c’è una presenza così massiccia e totalizzante di potentissimi organismi pubblici che dovrebbero essere nostri e invece sono diventati patrimonio esclusivo della Casta della politica, una Casta senza più ideologie e, quel che è peggio, senza ideali.

Ma in Italia soffia ormai lo stesso vento che soffia nel mondo arabo-islamico. Il nostro movimento, nato neanche cinque anni fa è virtualmente già la terza forza politica del Paese (anche a Siena, nonostante tutto, abbiamo preso più voti della Lega Nord, di Rifondazione comunista e dell’Italia dei Valori).

La Casta insediata nei Palazzi del potere a Siena, come a Firenze e come a Roma (ma anche oltre visto quello che sta succedendo in Spagna col movimento de “los indignados”) sta ballando spensierata sul Titanic: non si è ancora accorta che da oggi niente sarà più come prima.

Siena 20.5.2011

MoVimento Siena 5 Stelle

Comments