A proposito di “Siena ha vissuto il suo 11 Settembre”

Egregio Direttore,

ci riferiamo a quanto scritto sul suo quotidiano il 13 c.m. da Michele Mori (Siena ha vissuto il suo “11 Settembre”) a proposito di cene che il Movimento 5 Stelle avrebbe avuto tutte le sere con persone e associazioni in vista di inciuci elettorali prossimi venturi. Intanto non facciamo cene tutte le sere con nessuno e non le facciamo neanche raramente: non abbiamo soldi pubblici a cui attingere (il nostro bilancio è a disposizione di tutti sul nostro sito). E poi, purtroppo per l’autore e per chi altri fosse interessato, da noi le cose non si svolgono così. Prima di tutto perché non possiamo e non vogliamo avere alcun rapporto se non conflittuale con alcun partito o suo rappresentante (e come potremmo averne visto che è la formula-partito e il sistema-partiti, nessuno escluso, che ha gettato il Paese e la Città nel baratro?). Secondariamente perché nessun partito, né altro organismo pianificato esclusivamente per la presa del potere, cercherebbe un accordo con chi, come noi, sia irriducibile sostenitore della democrazia diretta, ossia del politico spogliato di ogni suo potere e ridotto a mero esecutore delle decisioni che salgono dal basso invece di scendere dall’alto. Ma siamo ovviamente aperti a ogni persona o movimento che abbia le stesse nostre istanze e progetti. D’altra parte le nostre riunioni quindicinali sono pubbliche e pubblicamente annunciate sul nostro forum (http://www.meetup.com/Gruppo-di-Siena): chiunque vi può partecipare e chiunque ha diritto di parola. Che poi qualche personaggio della politica cittadina, anche più noto e politicamente impegnato di quelli segnalati dal vostro giornalista, ha deciso di parteciparvi liberamente non significa assolutamente nulla se non il fatto che comprensibilmente facciamo gola e anche paura. Infatti l’ipotesi che a Siena si duplichi quanto avvenuto a Parma (M5S secondo col 16% e poi primo al ballottaggio con oltre il 60%) non è del tutto fantasiosa.

Noi soli sin dal 2007 abbiamo denunciato, davanti ai 5000 del Palazzetto dello Sport, in occasione dello spettacolo di Grillo (http://www.youtube.com/watch?v=T9-h5j4Qfb0) che i partiti stavano trascinando la Città alla rovina. E oggi siamo l’unica speranza che questa Città non torni nelle mani di chi l’ha rovinata. Se a Siena succederà quello che è successo a Parma, non possiamo promettere di rimediare alla devastazione della nostra Città, cosa impossibile per qualsiasi amministrazione. Solo la società civile, liberata dalla cappa soffocante della partitocrazia, può riuscirci, così come ha fatto ripetutamente nel corso dei una millenaria storia, quando la Città sembrava non potersi più riprendere. E noi saremo con lei. Ma una cosa possiamo promettere: faremo tutto il possibile per individuare i responsabili di questa catastrofe: quelli morali li additeremo alla pubblica opinione, quelli materiali alla giustizia.

PS.: Per l’appunto proprio domani, mercoledì 19 settembre, abbiamo la prima cena della nostra storia: festeggiamo il 7° anno di vita del nostro forum e il 600° iscritto. La vostra redazione è invitata se vuole ! Tutti i particolari qui: http://www.meetup.com/Gruppo-di-Siena/events/81279822/

Movimento Siena 5 Stelle

Comments