La Comunità Europea tuteli la salute dei cittadini: nessuna tolleranza a sostanze tossiche nell’acqua potabile

Il Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua, si unisce all’appello lanciato dall’Associazione Italiana Medici per l’Ambiente (ISDE) affinché la Commissione Europea rigetti lo schema di Decreto Interministeriale (2012/0534/I – C50A) che, se approvato, consentirebbe l’erogazione di acqua potabile contenente sostanze tossiche e cancerogene come cianobatteri e relative microcistine, modificando il Decreto 31/2001.

Essendo impegnati da anni per il diritto all’acqua pubblica e di qualità, riteniamo assolutamente irresponsabile intervenire sulla normativa attuale modificandola in modo peggiorativo, inserendo una presunta “soglia di sicurezza” per una sostanza che, essendo cancerogena, non deve in nessun modo essere presente nell’acqua potabile, nel rispetto dell’art.4 dello stesso Decreto 31/2001. Nessun vuoto normativo dunque a giustificazione di questo intervento, che deve essere immediatamente ritirato anche per non creare un pericoloso precedente riguardo l’inserimento di sostanze tossiche tra i parametri di potabilità.

Per questo il Forum sottoscrive le osservazioni di opposizione al Decreto presentate dall’ISDE al responsabile per la Direttiva 98/34, e sollecita le Istituzioni competenti ad attivarsi da subito per la revoca del provvedimento.

Roma, 5 dicembre 2012

Comments