Camere, niente intesa con i 5 Stelle: la Lega tenta il Pd. Anche per il governo

Il Movimento Cinque Stelle scopre le sue carte, il Pd resta immobile (e spaccato). E le sirene alla fine non sono tanto quelle che denunciano dal blog di Beppe Grillo (cioè quelle dei democratici nei confronti dell’M5S), bensì sembra che al contrario a tentare il Partito Democratico sia la Lega Nord. La prima mano tesa, con fare più che diplomatico, è quella di Roberto Calderoli che viene intervistato dalla Padania e le cui dichiarazioni vengono significativamente anticipate sulle agenzie: “Considerato il risultato elettorale il Pd riconosca al Pdl la presidenza della Camera, rivendichi per se stessa quella del Senato, dove Anna Finocchiaro è un candidato eccellente. La Lega c’è ed è pronta a discutere di tutto e con chiunque”. A quel punto il presidente della Repubblica dovrebbe essere qualcuno “senza una tessera in tasca” e partirebbe anche un dialogo “per il confronto per un Governo che realizzi tutto quello che tutte le coalizioni hanno inserito nel loro programma elettorale ovvero le misure per l’emergenza economica, per l’occupazione per il sostegno alle famiglie e alle imprese in crisi, e le riforme costituzionali su cui tutti si dicono d’accordo”.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/14/camere-niente-intesa-con-5-stelle-lega-tenta-pd-anche-per-governo/530823/

Comments