Napolitano e i golpisti di Milano

Caro Presidente Napolitano, il suo mandato finisce tra poche settimane e va a suo onore l’aver rifiutato le tentazioni di essere rieletto. Non vorremmo però doverla ricordare, tra qualche mese, come una reincarnazione della coppia Luigi Facta-Vittorio Emanuele III, che rifiutarono di mettere in atto lo stato d’assedio di fronte alla marcia su Roma dei fascisti. Vede, caro Presidente, gli italiani hanno oggi a che fare con un partito eversivo, guidato da un personaggio ineleggibile, autore di innumerevoli leggi anticostituzionali, che lunedì ha occupato il palazzo di Giustizia di Milano, cosa mai avvenuta a memoria d’uomo: l’unico caso simile sembra essere l’occupazione da parte dei Fasci di combattimento del Comune di Milano a maggioranza socialista, nel primo dopoguerra.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/15/napolitano-e-golpisti-di-milano/531286/

Comments