Chiediamo alla città se vuole abbattere il vincolo del 4%

Crediamo che il vincolo del 4% sia una questione prioritaria per la città, che ne condizionerà il futuro negli anni a venire. L’abbattimento del vincolo, e conseguente entrata di un eventuale socio privato “forte”, priverebbe Siena della sua secolare Banca e di tutto quello che ne consegue. E non ci vengano a dire “discuteremo poi con il nuovo socio di mantenere a Siena la D.G…” perché davanti ad un “magnate straniero”, russo o cinese che sia, che investe miliardi di € in una banca non crediamo proprio che qualche “politico di provincia” né “ragioniere” possa permettersi di contrattare alcunché.

La leva, anche se debole, che l’Amministrazione Comunale deve utilizzare per proteggere la propria città è la Fondazione MPS, la quale può far ancora valere la propria posizione all’Assemblea dei Soci del 18 luglio, evitando il colpo mortale alla città.

Lo Statuto del Comune di Siena, liberamente disponibile sul sito web istituzionale (http://www.comune.siena.it/Il-Comune/Atti/Atti-fondamentali), al Titolo VII prevede una serie di istituti per favorire la partecipazione popolare, tra cui il “referendum consultivo fra i cittadini tratti nelle liste elettorali per pronunciarsi in questioni interessanti l’intera comunità locale e in materia di esclusiva competenza comunale.”

Per questo motivo chiediamo che sia proprio la città tutta a pronunziarsi, attraverso un “referendum consultivo”, che può essere proposto dalla maggioranza assoluta dei consiglieri comunali: facciamo pertanto appello a tutte le altre forze politiche perché appoggino, al prossimo e primo consiglio comunale insieme ai nostri due consiglieri Pinassi ed Aurigi, questa proposta.

Con questo strumento democratico sarà finalmente possibile capire se la città di Siena tutta (e non i soliti pochi che si arrogano il diritto di decidere) vuole perdere la sua secolare Banca, che ne ha permesso lo sviluppo e la prosperità che tutti abbiamo sotto gli occhi, oppure se, con uno slancio di orgoglio di cui da troppo tempo si sente la mancanza, si scelga di credere ancora in questa importante istituzione senese.

MoVimento Siena 5 Stelle

Comments