Interrogazione: quali azioni intende attuare l’Amministrazione Comunale per combattere la piaga degli affitti in “nero” ?

Siena, 13/02/2014

Al Sindaco del Comune di Siena
Al Presidente del Consiglio Comunale
loro sedi

INTERROGAZIONE del Consigliere Michele Pinassi, Gruppo consiliare “Siena 5 Stelle”, per conoscere quali azioni intende attuare l’Amministrazione Comunale per combattere la piaga degli affitti in “nero”

PREMESSO CHE

  • i cosiddetti “affitti in nero” sono una vergogna per la nostra città poiché abitazioni apparentemente disabitate, che versano spesso in condizioni indecenti, vengono affittate abusivamente da affittuari senza scrupoli che traggono profitti non regolarmente tassati;

  • la piaga degli affitti irregolari costituisce un grave danno economico all’Amministrazione Comunale, che si trova comunque a dover erogare servizi come la raccolta dei rifiuti solidi urbani anche a quelle superfici abitative che non pagano il corrispettivo previsto poiché denunciate come “non abitate” o con numero non veritiero di abitanti;

CONSIDERATO CHE

  • Siena è una città a vocazione universitaria, contando una popolazione accademica di oltre 15.000 studenti, che costituiscono indubbiamente una importante risorsa economica per la nostra città;

  • spesso il fenomeno degli “affitti in nero” si concentra soprattutto sulla popolazione studentesca, alla ricerca di alloggi economici vicini alle Facoltà;

  • grazie ad una fattiva collaborazione tra le istituzioni e le università romane “Roma Tre” e “Tor Vergata”, attraverso l’istituzione del cosiddetto “Camper della legalità”, gli studenti hanno avuto modo di denunciare anonimamente eventuali situazione di affittuari irregolari;

  • esperienze passate di controlli effettuati a Siena grazie anche all’operato della Guardai di Finanza, con la collaborazione dell’Università e dell’Amministrazione Comunale, hanno reso possibile la scoperta e denuncia di numerosi casi;

  • la scoperta di casi di affitti irregolari permetterebbe all’Amministrazione di recuperare importanti somme che potrebbero essere utilizzate anche per alleggerire l’ingente pressione fiscale a carico delle famiglie residenti;

  • le bacheche universitarie presenti nelle varie Facoltà sono piene di avvisi di offerte stanze in affitto, talvolta addirittura con la dicitura “no residenza”.

CHIEDE AL SINDACO

quali azioni concrete intende intraprendere per combattere il fenomeno degli affitti in nero nella nostra città.

In fede,
Michele Pinassi

Comments