Resoconto del Consiglio Comunale del 19.06.2014

Buongiorno a tutti,

come di consueto, il resoconto dell’ultimo consiglio comunale di giovedì scorso, 19 giugno 2014.

Premetto che, a causa di motivi di salute, ho dovuto abbandonare il consiglio comunale alle 17:30 circa, subito prima della votazione del primo affare all’OdG ( Variante al Regolamento Urbanistico complesso scolastico di Via Pisacane), pertanto il resoconto sarà incompleto: me ne scuso in anticipo ma purtroppo non sono riuscito a resistere alla tremenda emicrania dovuta alla febbre che mi ha colpito proprio giovedì mattina.

Il Consiglio, convocato le 14:00, inizia alle 14:30 con l’appello. Nelle file della maggioranza tanti banchi vuoti (mancano i consiglieri di Sel ed anche altri del PD), tanto che ad un certo punto, come minoranza, abbiamo anche pensato di far mancare il numero legale. Considerando però l’importanza di alcuni affari all’OdG, per senso di responsabilità che sembra non avere la stessa maggioranza (starebbe a loro garantire il numero legale…).

La prima parte, come al solito, inizia con le interrogazioni. Mancando alcuni consiglieri, alcune vengono rimandate e si discute pertanto:

1,05 – Interrogazione del Consigliere del Gruppo Partito Democratico Katia Leolini in merito alla Riorganizzazione di emergenza sanitaria territoriale ed in particolare alla creazione di auto mediche con medico più soccorritore BLSD (ex n. 1,27 del 15/05/2014).

1,06 – Interrogazione del Consigliere del Gruppo Impegno per Siena Marco Falorni in merito alle spese già sostenute per il nuovo stadio a Isola d’Arbia (ex n. 1,29 del 15/05/2014).

1,07 – Interrogazione dei Consiglieri del Gruppo Partito Democratico Carolina Persi, Simone Vigni in merito alla situazione dei Bottini Medioevali (ex n. 1,23 del 22/05/2014).

1,08 – Interrogazione del Consigliere del Gruppo Siena 5 Stelle Michele Pinassi in merito alle preoccupanti voci relativamente ai furti a Taverne d’Arbia (ex n. 1,24 del 22/05/2014).

1,09 – Interrogazione dei Consiglieri del Gruppo Siena Rinasce Eugenio Neri, Giuseppe Giordano in merito alle spese sostenute dal Comune di Siena dall’anno 2004 ad oggi per il pagamento di incarichi legali a professionisti esterni (ex n. 1,25 del 22/05/2014).

1,10 – Interrogazione del Consigliere del Gruppo Siena 5 Stelle Michele Pinassi in merito ai fondi per l’edilizia scolastica previsti dalla Legge 9 agosto 2013 n. 98 (ex n. 1,18 del 3/06/2014).

In attesa del verbale con tutti i dettagli delle spese in risposta all’interrogazione 1.09 sulle consulenze esterne, alla mia interrogazione sui furti a Taverne d’Arbia ha risposto l’assessore Balani (http://www.oksiena.it/brevi/pinassi-in-consiglio-affronta-il-tema-della-sicurezza-a-taverne-38012.html):

Michele Pinassi (Siena 5 Stelle), riportando le segnalazioni di alcuni casi di furti in appartamento e negli orti, oltre che di danneggiamenti alle auto in sosta, ha chiesto quali azioni intenda intraprendere l’Amministrazione per ripristinare la sicurezza nella zona.
Al consigliere ha risposto l’assessore alla Polizia Municipale, Mauro Balani: “Confermo che trattasi di alcuni reati di microcriminalità: in particolare – ha puntualizzato Balani – un furto al cimitero di Presciano e uno ad un circolo dove è stato sottratto un portafogli, oltre ai danneggiamenti agli impianti sportivi. Notizie che ci sono state comunicate dopo un passaggio effettuato con le altre forze dell’ordine cittadine”.
“E’ fondamentale – ha proseguito l’assessore – individuare tutte quelle forme di sinergia e collaborazione con le altre forze di polizia che possano consentire un controllo sul territorio e delle periferie quanto più intenso e costante, perché l’obiettivo principale è quello di trasmettere sicurezza, e non soltanto garantirla. Al momento, il nostro contributo si realizza con la predisposizione di un turno di due istruttori di Polizia Municipale che presidiano spesso la zona di Taverne, anche di notte, seppur non ancora in forma sistematica”.
Pinassi, che ha ringraziato l’assessore per la risposta, ha concluso con un richiamo alla necessità di attivare azioni di prevenzione ricorrendo, in particolare, a sistemi di videosorveglianza nelle aree pubbliche.

e poi la più interessante relativa all’Edilizia Scolastica, per il quale il Sindaco ha confermato i miei dubbi, ovvero che l’Ufficio Tecnico di Siena non ha presentato alcuna domanda (http://www.valdelsa.net/det-cy32-it-EUR-60285-.htm):

Tra i temi trattati durante il Consiglio comunale del 19 giugno, c’è anche quello dei fondi per l’edilizia scolastica e, in particolare, i fondi previsti dalla legge n. 98 del 9 agosto 2013, con una dotazione complessiva di 150 milioni di euro, di cui 10 destinati a livello regionale a favore degli enti locali proprietari degli immobili. Partendo da questo tema, Michele Pinassi (Siena 5 Stelle) ha segnalato come «attraverso una procedura informatizzata disponibile sul portale della Regione Toscana, fosse prevista la presentazione di progetti esecutivi immediatamente cantierabili di messa in sicurezza, ristrutturazione e manutenzione straordinaria: un’opportunitá che Siena pare non aver colto, in quanto non figurava negli elenchi delle richieste pubblicate sul BURT nell’ottobre 2013». Così, Pinassi ha chiesto «se effettivamente l’Amministrazione comunale non abbia inoltrato alcuna domanda, vista la necessitá di provvedere a un’adeguata manutenzione degli edifici scolastici del territorio».

Il sindaco Bruno Valentini ha confermato che il Comune di Siena non ha partecipato al bando per l’assegnazione delle risorse «per i tempi eccessivamente ristretti di presentazione dei progetti, che tra l’altro dovevano essere a un livello esecutivo e cantierabile e riferiti a situazioni strutturali più gravi delle nostre».
«L’ufficio – ha continuato il primo cittadino – ha invece valutato più opportuno partecipare a un altro bando del Ministero per l’Istruzione, uscito nel successivo mese di novembre, che ha consentito di chiedere un importo di 400mila euro per la messa in sicurezza della scuola Castagno e di quella di Isola d’Arbia. Il finanziamento è in graduatoria ma non ancora concesso».

Pur apprezzando la notizia della partecipazione al bando ministeriale, Pinassi ha specificato che «nella graduatoria indicata ci sono anche interventi minori di messa a norma e in sicurezza, che probabilmente potevano rivelarsi utili anche per le nostre strutture scolastiche: auspico pertanto una maggiore lungimiranza per il futuro»

Inoltre vi segnalo che ho inviato, a tal proposito, un Comunicato stampa: http://www.siena5stelle.it/blog/2014/06/20/la-regione-ha-messo-10-milioni-a-disposizione-per-ledilizia-scolastica-ma-siena-non-ne-ha-bisogno/

Finita la sessione delle interrogazioni orali, si passa a quelle urgenti.

Sono state depositate ben 5 interrogazioni urgenti, tra cui quella nostra sulla sentenza del TAR che annulla la gara per il Galoppatoio di Pian delle Fornaci (http://www.siena5stelle.it/blog/2014/06/19/interrogazione-urgente-in-merito-alla-sentenza-del-tar-sulla-gara-di-assegnazione-del-galoppatoio-di-pian-delle-fornaci/) che però non è stata ammessa e derubricata ad interrogazione normale. Peccato, sarebbe stato interessante sentire le motivazioni dell’Amministrazione e, soprattutto, a quanto ammontano i costi (secondo Sunto, si parla di circa 7000€ complessivi….) sostenuti tra spese legali ed (eventuali) spese processuali.

Vi è stata poi l’approvazione del verbale e le comunicazioni del Sindaco e del Presidente del Consiglio Comunale.

Si passa poi agli affari, iniziando proprio dalla Variante al PR relativamente agli istituti scolastici in Via Pisacane che dovrebbero essere ampliati per far posto anche alle nuove esigenze del Monna Agnese. Su questo affare vi è stata una discreta discussione, descritta sul Comunicato Stampa del Comune (http://www.comune.siena.it/Il-Comune/Struttura/Finestra-sul-Comune/Approvata-la-variante-urbanistica-al-complesso-scolastico-di-via-Pisacane):

Approvata, dopo lunga discussione, dall’assemblea consiliare nella seduta di ieri, 19 giugno, la variante al regolamento urbanistico, richiesta dall’amministrazione provinciale, relativa all’ampliamento della superficie utile lorda di circa 300 mq del complesso scolastico di via Pisacane, riferito a parte del padiglione attualmente occupato dall’istituto G. Marconi. Il documento è stato arricchito da un emendamento presentato da Carolina Persi (PD) come presidente della Commissione Assetto del Territorio e firmata anche da tutti i suoi componenti che, ricostruendo l’iter della pratica urbanistica, comprese anche le attività di consultazione previste dal piano della comunicazione, nonchè i tavoli di confronto con la Provincia e i dirigenti scolastici interessati, precisa che l’ampliamento <<debba essere finalizzato a un aumento della disponibilità degli spazi per gli edifici scolastici delle scuole superiori del Comune nell’ottica di una futura riorganizzazione (…) tenendo conto delle necessità delle scuole>>, senza legare alla variante il trasferimento dell’istituto “Monna Agnese”

Come vi dicevo, però, prima del voto sono dovuto andare via pertanto il mio resoconto termina qui.

Prossimo appuntamento a giovedì prossimo, 26 giugno, con una lunga seduta (dalle 08:30) dedicata al Bilancio Preventivo 2014.

VI ricordo che il questionario di valutazione e gradimento ANONIMO è disponibile qui: https://docs.google.com/forms/d/1L06yU5_NoDugKQtW25zUuyWIS3Hd2nyGAtUWD6pWT0I/viewform

SIETE TUTTI INVITATI AD ESPRIMERE LA VOSTRA OPINIONE !!!

Buon weekend a tutti,

Michele Pinassi

Consigliere comunale capogruppo “Siena 5 Stelle”

Comments