La pericolosità della Strada del Petriccio e Belriguardo

Nei giorni in cui Rai 1, pagata da noi tutti con il canone TV, manda in onda la fiction “La strada dritta” che celebra i cinquant’anni dell’Autostrada del Sole in perfetto stile patriottardo Lupi-Renzi, a me che abito nei pressi di Strada del Petriccio e Belriguardo è capitato di dovermi salvare la pelle (e non è la prima volta) mentre tentavo di attraversare la suddetta via, beninteso, sulle strisce pedonali, a causa di un omuncolo che, non sentendosi pago di lanciare la sua automobilina a folle velocità, mi ha pure rivolto un gesto di stizza, come a dire “pedone del c…, non rompermi i c…”.

Malgrado l’art. 191 del Codice della Strada imponga agli automobilisti di fermarsi quando i pedoni attraversano sulle strisce, non è raro vedere mezzi piccoli e grandi sfrecciare sul rettilineo che, oltrepassata la Siena Biotech, porta alla piazzetta del Petriccio, zona caratterizzata dalla presenza di scuole e di numerose attività produttive, nonché fittamente abitata.  Eppure negli ultimi anni sono stati realizzati su altre strade urbane, come ad esempio Viale Sclavo, interventi (dossi artificiali, segnalatori di velocità) volti a tenere a freno il temperamento aggressivo dei soggetti “forti” della strada che, magari con la scusa di non poter far tardi al lavoro, non rispettano  neppure le più elementari regole del comportamento su strada, mettendo a repentaglio la sicurezza degli utenti c.d. deboli.

Chiedo scusa per lo sfogo ma, facendo finta di ignorare gli altri problemi del quartiere (il degrado del Parco dei Ragazzi di Sarajevo e dei punti di raccolta differenziata dei RSU, la scarsità dei parcheggi…), non posso stare in silenzio sapendo che prima o poi potrebbe capitare, a me come ad altri pedoni, un grave incidente stradale, a cui seguirebbero le solite dichiarazioni delle solite facce di bronzo della politica, sempre pronte a proclamare, ad ogni fatalità che poi tale non è, che simili incidenti non dovranno mai più verificarsi.

Lettera firmata

Ringraziamo il cittadino per la segnalazione. Purtroppo contro la maleducazione di certi individui, sempre più numerosi a causa del degrado sociale in cui sta scivolando la nostra città, si può ben poco. Tuttavia è doveroso almeno provare a chiedere all’Amministrazione cosa ha intenzione di fare per garantire la sicurezza dei pedoni, anche in questa zona. 

Grazie ancora per la segnalazione.

 

Comments