MOZIONE in merito alle modalità con cui si sono svolti i lavori di manutenzione di fiumi, torrenti e fossi nel senese

Siena, 27.01.2016

Al Sindaco del Comune di Siena
Al Presidente del Consiglio Comunale
loro sedi

 

MOZIONE del Consigliere Michele Pinassi, Gruppo “Siena 5 Stelle”, in merito alle modalità con cui si sono svolti i lavori di manutenzione di fiumi, torrenti e fossi nel senese.

PREMESSO CHE

  • la manutenzione dei fiumi, torrenti e fossi è di competenza del Consorzio di Bonifica n. 6 Toscana Sud, per il quale il territorio del comune di Siena è parte;

CONSIDERATO CHE GLI INTERVENTI HANNO

  • diminuito le varie funzionalità ecologiche del reticolo idrografico;
  • reso i territori a valle più esposti a fenomeni di allagamento (per diminuzione del tempo di corrivazione, il tempo che occorre alla generica goccia di pioggia caduta nel punto idraulicamente più lontano a raggiungere la sezione di chiusura del bacino in esame, con la conseguente intensificazione dell’onda di piena);
  • reso i terreni interessati molto più fragili dal punto di vista idrogeologico (erosione, smottamento);
  • ridotto drasticamente la qualità ambientale e paesaggistica del territorio circostante;

SI CHIEDE AL SINDACO ED ALLA GIUNTA

di attivarsi affinché

  • vengano immediatamente interrotti gli interventi di taglio della vegetazione riparia con particolare riguardo al corso del torrente Arbia e reticolo affluente;
  • venga attuato in questa zona del senese un parziale “commissariamento tecnico” del Consorzio, fintanto che non venga redatto un serio Piano di manutenzione per questa parte del reticolo sottoposto alla sua gestione, Piano la cui stesura sia affidata al mondo accademico ed all’associazionismo ambientale che ben conoscono e praticano il territorio senese;
  • vincolino il Piano ed ogni azione di ripristino alla logica multifunzionale espressa in “Linee guida per la gestione della vegetazione di sponda dei corsi d’acqua secondo criteri di sostenibilità ecologica ed economica” (Regione Toscana);
  • i lavori per l’implementazione dei “Parchi fluviali/Greenway”, previsti dalle suddette “Linee guida”, inizino già nei primi mesi del 2016 nei lotti in cui è stato effettuato il taglio totale, anche tramite una parziale piantumazione, a costo del Consorzio, per rimediare al danno indotto ed a suo parziale risarcimento;
  • nell’attesa che ciò accada venga sospeso l’iter di emissione del contributo di bonifica per i comuni del senese che non sono in zona di “vera bonifica”, poiché i lavori del Consorzio hanno arrecato solo danni;
  • il Consorzio debba terminare l’implementazione dei “Parchi fluviali/Greenway”, che costituiranno l’asse portante del Piano di manutenzione, emettendo solo in seguito le cartelle relative al contributo, e vincolando i proventi alla definitiva implementazione e gestione a regime del Piano;

In fede,

Michele Pinassi

Comments