Fuori i nomi !

Se non fosse stato anticipato dal Sole 24 ore, anche se parzialmente, l’elenco dei grandi debitori, qualcuno potrebbe anche credere che la responsabilità dei problemi di Banca MPS sia “delle piccole aziende e famiglie”, come ha detto il Sindaco Valentini nel suo intervento. Sull’articolo del Sole 24 Ore compaiono ben altre “famiglie” in debito con il Monte, come De Benedetti, Mezzaroma, Zunino., Punzo, Statuto; altro che piccole imprese !

A dover restituire ingenti capitali a MPS sono soggetti come Sorgenia, Aeroporto di Siena Spa, Scarlino Energia, Fidi Toscana e persino le Terme di Chianciano: alcune di queste partecipate direttamente dal Comune di Siena stesso ! E tanti di questi nomi sono già noti da tempo, in quanto informazioni specifiche sono state più volte chieste nelle Assemblee MPS da piccoli azionisti preoccupati del loro investimento, senza alcuna risposta.

Anche su questo aspetto, come su altri, oggi assistiamo al teatrino di vari politicanti, che tenterebbero di assurgersi a nuovi paladini millantando loro meriti dopo anni di silenzio, di omertà o di vera e propria connivenza.

Se non altro, l’intervento del Presidente dell’Autority in merito alle normative sulla privacy relative ai soggetti giuridici che hanno beneficiato dei prestiti di Banca MPS hanno tolto ogni alibi a chi ancora, trincerandosi proprio dietro alle norme, rifiuta di comunicare chi sono i grandi debitori che hanno affossato il Monte e cerca di sviare l’attenzione dalle responsabilità, ormai evidenti, dei propri partiti o lobbies.

Ma mentre PD e PDL sono di nuovo uniti da oscuri interessi nel tenere “la pentola coperta”, proprio in queste ore il Senato della Repubblica Italiana ha votato la richiesta di urgenza per la Commissione d’Inchiesta su Banca MPS depositata dal Movimento 5 Stelle, insieme ad una mozione per la richiesta di pubblicazione dei nomi stessi. Sia chiaro che a noi interessa soprattutto la possibilità di recuperare quanto non restituito, tutta linfa importante per il rilancio di Banca MPS e la tutela dei dipendenti, azionisti e risparmiatori. Evitiamo ogni commento su chi, come Scaramelli, parla di “curiosità”.

A due giorni dalle dichiarazioni, forse un po’ troppo tardive, del presidente dell’ABI Patuelli di “rendere pubblici i nomi dei grandi debitori”, rinnoviamo con ancor più forza la nostra richiesta: FUORI I NOMI !

MoVimento Siena 5 Stelle

Comments