...perché Siena, la nostra meravigliosa città, merita di essere una città a 5 stelle

Lucio Dalla, il backstage tra ‘raccomandati’, tortellini e tanta malinconia

Nella sua via D’Azeglio risuonano le note dei suoi brani, e sembra sia perfettamente normale, la colonna sonora della quotidianità bolognese. Ron sta facendo il soundcheck con Samuele Bersani, Angela Baraldi e Luca Carboni. C’è chi mangia un panino in piedi, che la piazza alle sei e mezza è già stracolma.

Il sindaco di Bologna, Virginio Merola deve accontentarsi dell’ultimo mezzo sandwich rimasto al Gran Bar di via D’Azeglio, quello dove Lucio prendeva l’aperitivo, preso d’assalto da chi voleva esserci a salutarlo. All’angolo di via De’ Fusari, dietro Palazzo D’Accursio e dietro all’immenso palco di Piazza Maggiore, che per oggi si chiama Piazza Grande, un chiosco vende tortellini bolognesi. Nel cortile dell’ex palazzo comunale c’ un gran viavai di giornalisti e curiosi, Gaetano Curreri si è assunto l’onere di padrone di casa, sorride e rilascia interviste e strette di mano.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/05/lucio-dalla-backstage-tra-amici-raccomandati-tortellini-e-tanta-malinconia/520448/

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: