...perché Siena, la nostra meravigliosa città, merita di essere una città a 5 stelle

Lasciate a se stesse, le cose tendono ad andare di male in peggio

Come non condividere le lamentele di alcuni negozianti e cittadini del centro storico, che puntano il dito contro il degrado e la mancanza di controlli (e sanzioni) nella nostra bella città !

Del resto è sufficiente passeggiare per le vie del centro la sera, neanche troppo tardi, per rendersi conto che Siena assomiglia sempre di più ad una “città fantasma”, alla mercé di giovani ubriachi che non trovano di meglio da fare che lasciare le disgustose tracce del loro passaggio per le nostre strade, impuniti, indisturbati, e cittadini incivili che abbandonano sacchi della spazzatura ovunque, nella totale mancanza di rispetto delle regole basilari di una società civile.

Eppure più volte, in Consiglio Comunale, abbiamo chiesto più controlli, videosorveglianza e pattuglie delle forze dell’ordine, entrambi importanti per garantire la sicurezza ed il controllo del territorio, e la risposta è quasi sempre la stessa: “non ci sono soldi”.

Sempre la solita scusa e, mentre il Sindaco continua a bearsi sulle trionfali (?) statistiche dei quotidiani, la città e i soggetti che la mantengono viva (negozianti, albergatori, ristoratori…) vengono abbandonati a loro stessi, in una sostanziale immobilità della città.

A questo scenario aggiungiamoci pure la situazione di coloro che garantiscono la sicurezza ed il rispetto delle regole in città -e mi riferisco in particolare al Corpo della Polizia Municipale-, che proprio ieri hanno scioperato per protestare contro il prelievo delle “indennità atipiche” dal 2004 al 2011, che vorrei ricordare essere state erogate semplicemente perché sono state chieste prestazioni lavorative straordinarie, ad esempio durante i giorni del Palio o altri eventi che hanno richiesto un impegno oltre quanto previsto dal contratto.

Dulcis in fundo, la deprecabile decisione di voler mettere a pagamento, anche nei giorni festivi, gli “spazi blu” di parcheggio che prima erano gratuiti: un’altro duro colpo al commercio senese, già in seria difficoltà.

Michele Pinassi
Consigliere MoVimento Siena 5 Stelle

 

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: