...perché Siena, la nostra meravigliosa città, merita di essere una città a 5 stelle

La grande elemosina

Grande enfasi per la richiesta di 750 milioni che la Fondazione MPS avrebbe intenzione di chiedere, come risarcimento, al precedente management.

Spiccioli, una vera e propria “elemosina” se confrontati con l’enorme perdita di valore che ha dovuto subire, a causa di scelte scellerate dettate più dall’arrivismo che dal buon senso, sia la Banca MPS che la stessa Fondazione.

Pochi spiccioli se paragonati alla spropositata cifra di 17 miliardi di € pagata per una banca che ne valeva a malapena 3 (2,7 miliardi di €).

Spiccioli, se confrontati con il danno sociale ed il declino che la nostra città sta scontando, e sconterà nel prossimo futuro, a causa proprio di queste decisioni.

Sia ben chiaro: a noi non importa della “banda del 5%”, noi vogliamo dietro le sbarre la “banda del 95%”!

Vogliamo ricordarlo e ripeterlo ancora, proprio nei giorni in cui il grande Partito Dissestatore si avvia verso le “primarie farlocche” nella disperata speranza di far dimenticare agli elettori che il loro segretario, Renzie, sta capitanando l’ennesimo governicchio dell’inciucio insieme ai Berluscones: c’erano loro a comandare su Siena negli anni del grande disastro, c’erano loro a gestire le centinaia di milioni che la Banca MPS e la Fondazione spargevano a pioggia (sempre sul solito bagnato, per carità !) sulla città, c’erano i sindaci “democratici” quando si trattava di far realizzare opere pubbliche strapagate con i soldi della nostra Banca. Per finire, è sempre  un “Sindaco Democratico” colui che ha avuto l’ardire di premiare Gabriellone per i suoi “meriti civici” !

Non possiamo accettarlo, così come non possiamo accettare questa inutile e demagogica presa in giro. Non possiamo accettare che le vere responsabilità vengano nascoste dietro un “segreto di stato” ed al popolino bue venga dato il contentino di una pretesa di pochi spiccioli come 750 milioni di €.

Dov’è la lettera che Almunia ha inviato al governo Italiano ? Perché Saccomanni, ex ministro delle Finanze, l’ha secretata ? Il neo-ministro Pier Carlo Padoan renderà pubblica la lettera di Almunia ? Avrà il coraggio di “denunciare” le responsabilità morali e politiche dietro questa vicenda ? Saprà dirci come mai Bankitalia e la CONSOB tacquero sull’acquisto di Banca Antonveneta senza due diligence ? Saprà dirci chi, nel suo ministero, legittimò la Fondazione MPS -socio di maggioranza- ad avvallare l’operazione ? Riusciremo finalmente a sapere perché l’acquisto di Banca Antonveneta era stato considerato “Questione di Stato”?

Domenica 9 marzo, ai nostri Parlamentari del MoVimento 5 Stelle ospiti a Siena, chiederemo di portare a Renzie queste domande e pretenderne risposta. O vogliamo ancora farci prendere in giro da questa gente ?

MoVimento Siena 5 Stelle

 

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: