...perché Siena, la nostra meravigliosa città, merita di essere una città a 5 stelle

Università di Siena fuori dalla crisi…o no ?

E’ bello apprendere dal Magnifico Rettore che nel piano triennale si prevede un vero e proprio rilancio dell’Università Senese: è la seconda bella notizia, data a mezzo stampa, seguita dalla prima di qualche settimana fa, sempre del Rettore, in merito all’uscita dalla crisi dell’Ateneo.

Chi continua a credere alle tante chiacchere che si scrivono sui quotidiani locali potrebbe essere addirittura tentato dal fare un bel sospirone di sollievo ! Peccato però che i dati sono tutt’altro che incoraggianti.

Iniziamo dal calo, generalizzato in tutta Italia, delle iscrizioni: effetto della riduzione della possibilità di spesa delle famiglie, con l’Ateneo Senese tra le prime file per quanto riguarda le tasse universitarie. Eppure il concetto dovrebbe essere chiaro: una Università ha senso solo se ci sono gli studenti, ma sembra che questo aspetto non venga mai tenuto troppo in considerazione.

Il secondo aspetto è poi dato dal mancato pagamento del salario accessorio per il personale tecnico amministrativo, vera colonna portante del nostro Ateneo: le quasi 1000 unità di personale stanno ancora aspettando il pagamento di 1 milione di € del 2011, 800.000 circa del 2013 e 700.000 circa del 2014. E si parla di dipendenti con stipendi intorno ai 1100-1300€ mensili, per i quali anche 50 € in più in busta paga sono importanti !

“Non ci sono soldi” rispondono, però poi si apprende che stanno per essere pagati 2,36 milioni di euro per gli arretrati sulle retribuzioni dei docenti, questi sì con stipendi ben più “polposi”.

Qualcosa, come al solito, non quadra: l’Ateneo è uscito, o no, dalla crisi ? Se si, perché i revisori dei conti hanno espresso parere contrario in merito al bilancio preventivo 2014, che anche se approvato dal CdA, vede ancora una perdita di circa 19 milioni di euro ? E come è possibile asserire che “si è usciti dalla crisi” se tutti gli anni gli studenti diminuiscono, i trasferimenti dalla stato anche e ogni esercizio finanziario si chiude con un passivo ? Va bene che lo “stilnovo” di Referenzi, così mirabilmente scimmiottato in terra di Siena, è ormai il paradigma di comunicazione di chi ci comanda senza averne le capacità, ma un pizzico di buon senso e di verità a questi “annunci” andrebbe pure dato, se si vuole essere presi un minimo sul serio !

E, ultima domanda (al quale già sappiamo che non ci sarà risposta), come mai ancora non vi sono colpevoli o responsabili sull’enorme “buco di bilancio” scavato negli anni d’oro e di cui ancora l’Ateneo si porta il peso sulle spalle ?

MoVimento Siena 5 Stelle

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: