...perché Siena, la nostra meravigliosa città, merita di essere una città a 5 stelle

COMUNICATO STAMPA – Il “Bancomat” per Clarich è sempre aperto…

Vette altissime di strategia finanziaria quelle raggiunte dal prof. Clarich, alla guida del poltronificio Fondazione MPS, e consegnate alle pagine del prestigioso Financial Times, dove ricorda un po’ ingenuamente che Siena si deve adattare ad un futuro più cupo perché non c’è più il “Bancomat” di Babbo Monte.

Grazie professore, anche senza possedere le sue eccezionali qualifiche accademiche lo avevamo già capito. Così come abbiamo capito che per lei il bancomat della Fondazione MPS non è ancora chiuso, continuando ad elargire lauti compensi ad uno stuolo di inutili amministratori ed erodendo al suo patrimonio residuo.

Un “incredibile rovescio di fortuna”, dove però a farne le spese ovviamente siamo sempre noi cittadini, senesi “comuni mortali“ costretti ad assistere prima allo scempio e poi agli squallidi tentativi di smarcarsi dalle evidenti responsabilità da parte sia del PD che di tutta quella galassia di partiti e di lobbies che vi ha ruotato -e ancora vi ruota- attorno.

Ancora una volta, comunque, dalle parole dello stesso Presidente è evidente la conferma della posizione da noi sostenuta ormai da anni: la Fondazione MPS non ha più ragione di esistere, almeno non sotto questa forma, con questi costi e con queste persone.

Per finire, un consiglio spassionato: il galateo insegna che, quando si ha la bocca piena, è meglio tacere.

MoVimento Siena 5 Stelle

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: