COMUNICATO STAMPA – La viabilità senese al collasso

Il MoVimento Siena 5 Stelle interviene sulla situazione della viabilità senese, vicina al collasso.

E’ soprattutto nelle fasce orarie di punta che l’inadeguatezza della viabilità cittadina è più percepibile dalla popolazione” -interviene il consigliere comunale Michele Pinassi- “quando nei punti nodali della città si formano lunghe ed estenuanti code di automobili. Una città che, a causa delle scelte politiche delle Amministrazioni passate e presenti, vive un pendolarismo esasperato che costringe migliaia di cittadini a compiere, ogni giorno, km in automobile per raggiungere il luogo di lavoro, causando la formazione delle code.”

“La Cassia, la Grossetana, la Chiantigiana, la Siena-Firenze, l’Aretina, Viale Toselli…”- prosegue Pinassi- “non c’è arteria a Siena che non sia interessata dal fenomeno, aggravato dall’inefficienza dei mezzi pubblici che, nella nostra città, non godono di alcun particolare vantaggio rispetto al mezzo privato. A questo aggiungiamoci anche i tagli alle corse ed il conseguente affollamento dei pochi bus nelle ore di punta per creare un mix micidiale che paralizza, ogni giorno, la nostra città”.

Ad aggravare la situazione, gli interventi dell’Amministrazione sui flussi del traffico, realizzati senza avere ancora a disposizione il PUM -Piano Urbano della Mobilità- che stiamo aspettando di vedere da quasi 3 anni” -continua il consigliere- “che di conseguenza trasformano qualsiasi azione in un esperimento sulla pelle dei cittadini”.

Inoltre scontiamo le miopi scelte urbanistiche degli anni passati” -conclude Pinassi- “anche recenti (ad esempio il Piazzale Rosselli, stazione FFSS), che hanno peggiorato una situazione già problematica: grazie ai meccanismi di espulsione dei residenti dal centro storico ed all’aumento del pendolarismo giornaliero, Siena si posiziona infatti nella parte alta della classifica del numero di automobili per abitante, a conferma di come la classe politica cittadina non abbia mai attuato politiche di incentivazione dei mezzi pubblici ma, anzi, si sia limitata a ridurre i posti auto liberi, a creare inutili ARU e ad aumentare il prezzo dei parcheggi a pagamento per fare cassa, arrivando addirittura a boicottare chi preferisce l’uso del mezzo a due ruote, meno impattante rispetto all’auto, riducendone gli stalli di sosta disponibili.”

MoVimento Siena 5 Stelle

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Commenti