COMUNICATO STAMPA – La verifica dei contrassegno disabili atto di buonsenso e civiltà

Il MoVimento Siena 5 Stelle interviene a seguito della commissione consiliare in merito alla proposta di istituire una verifica periodica dei contrassegni per i disabili.

L’Assessore Maggi ha confermato, durante la seduta della Commissione Affari Generali odierna” -interviene Pinassi, consigliere comunale del MoVimento Siena 5 Stelle- “la difficoltà di sanzionare i furbetti del contrassegno disabili, a causa di una normativa troppo lasca nella definizione di ‘al servizio del disabile’. Già ora l’Amministrazione effettua un controllo a cadenza quindicinale sugli oltre 1900 contrassegni rilasciati dal Comune di Siena, verificando solamente se il titolare è deceduto e procedendo, nel caso, a richiederne la restituzione. Procedura che però incide solo marginalmente sul problema, poiché anche se l’uso di un contrassegno scaduto è sanzionato penalmente, diventa difficoltoso poter effettuare le verifiche sulla strada e, soprattutto, verificare la legittimità dei circa 500 permessi rilasciati dagli altri Comuni italiani che quotidianamente beneficiano degli spazi riservati ai disabili.

Inoltre” -prosegue Pinassi- “tale aspetto è solamente una parte della nostra proposta, che invece chiede di poter effettuare verifiche anche sull’uso dei contrassegni dei disabili in vita, talvolta oggetto di abuso da parte di parenti e familiari. Tutto questo, sia chiaro, è per tutelare i veri disabili, coloro che quotidianamente affrontano le difficoltà dello spostarsi in una città non sempre a loro misura e che subiscono anche i soprusi di questi ‘furbetti’.

Con un minimo impegno l’Amministrazione potrebbe predisporre verifiche mirate e controlli a campione, soprattutto nelle periferie dove tali abusi sono di difficile individuazione: anche in questo caso, un sistema informatico efficiente e condiviso tra tutte le amministrazioni comunali italiane potrebbe efficacemente evidenziare tutti quei ‘furbetti’ che approfittano di contrassegni rilasciati da altre Amministrazioni.

La nostra proposta adesso tornerà in Consiglio Comunale” -conclude Pinassi- “dove già alcuni esponenti del PD si sono dichiarati contrari a quella che, invece, risulta essere semplicemente una proposta di tutela e buonsenso civico”.

MoVimento Siena 5 Stelle

 

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Commenti