COMUNICATO STAMPA – “Non sapevo che il sindaco si fosse iscritto ai 5Stelle”.

“Non sapevo che il sindaco si fosse iscritto ai 5Stelle”.

Questa frase, presa da un profilo Facebook di un cittadino senese, riassume tutto il nostro stupore, ma anche un misto di soddisfazione e arrabbiatura. Per carità, ormai siamo abituati alle amenità social del Sindaco Valentini, spesso del tutto in linea con gli stucchevoli spot e le “bombe” del suo leader Renzi, ma in questa occasione siamo costretti a fare alcune brevi considerazioni.

La cosa più evidente è tutta in quella frase: il Sindaco Valentini, in compagnia della sua maggioranza e parte dell’opposizione, dopo avere per anni bollato di impreparati e inesperti i consiglieri del Movimento 5 Stelle, ma anche di Liste Civiche e Associazioni, che avevano avanzato proposte per un totale rinnovamento e “cambio di passo” della Fondazione MPS, oggi è costretto ad allinearsi e tentare di fare proprie quelle stesse proposte e soluzioni.

Forse troppo tardi ma, come dice un adagio, “meglio tardi che mai”.

Prima ha sempre bocciato in Consiglio Comunale, con pretesti spesso ridicoli e patetici, le Mozioni da noi presentate che chiedevano: la trasformazione della Fondazione MPS in una Fondazione del territorio, slegata dai partiti e non più dipendente dal MEF e dai “giochetti” politici che ne hanno causato la rovina; il completo cambiamento della “governance” troppo costosa e non più adeguata alle nuove dimensioni e al residuo patrimonio dell’attuale Fondazione; la nomina di senesi onesti e competenti alla guida della nuova Fondazione.

Poi ieri, in un’intervista al quotidiano La Nazione, il Sindaco ha avuto la sfrontatezza di chiedere queste stesse cose.

Come detto il nostro stupore è tanto, ma dopo aver preso fiato per scacciare “cattivi” pensieri sulla cialtroneria di questa maggioranza, che ha giocato e continua a giocare con l’interesse e il futuro della nostra Comunità, non possiamo che essere contenti di avere portato il Sindaco a questa giravolta a 360°.

A questo punto siamo certi che la nostra prossima Mozione, che sarà depositata nei prossimi giorni, avrà finalmente il via libera per mettere in atto tutti quei provvedimenti finalizzati a restituire alla Comunità quel poco di patrimonio rimasto tramite una nuova Fondazione del Territorio.

Ci auguriamo quindi che il Sindaco e la maggioranza si attivino con il loro contiguo Ministro del Tesoro, per apportare eventuali modifiche ai Decreti Legislativi e/o ai Regolamenti in merito alle Fondazioni, se necessarie a questo passaggio.

A differenza loro, sempre pronti a respingere le nostre idee e proposte, anche quando palesemente utili alla Comunità, diamo fin da adesso la massima disponibilità ad una fattiva collaborazione in questo progetto che potrebbe finalmente restituire a Siena non solo delle ricchezze fondamentali per il suo rilancio, ma anche una certa dose di “orgoglio e dignità”.

MoVimento Siena 5 Stelle

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Commenti