MOZIONE per impegnare l’Amministrazione Comunale a vietare l’utilizzo di diserbanti a base di gliphosate

MOZIONE emendata. Emendamento proposto in coda al testo della mozione

Siena, 30.05.2014

 Al Sindaco del Comune di Siena
Al Presidente del Consiglio Comunale
loro sedi

 

MOZIONE del sottoscritto consigliere comunale Michele Pinassi, MoVimento Siena 5 Stelle, per impegnare l’Amministrazione Comunale a vietare l’utilizzo di diserbanti a base di gliphosate

 PREMESSO CHE

  • secondo il decreto legislativo 194/1995 un prodotto fitosanitario può essere autorizzato solo se “non produce effetti nocivi, in maniera diretta o indiretta, sulla salute dell’uomo o degli animali o sulle acque sotterranee”;
  • Il glifosate è un erbicida non selettivo impiegato sia su colture arboree che erbacee e aree non destinate alle colture agrarie (industriali, civili, argini, scoline, ecc.);
  • La frequenza di ritrovamento del glifosate, uno degli erbicidi più utilizzati a livello nazionale, è particolarmente elevata nelle acque superficiali;

CONSIDERATO CHE

  • il rapporto ISPRA 2013 riferisce: “nonostante sia una delle sostanze più vendute a livello nazionale e la sua presenza nelle acque sia stata abbondantemente confermata anche da dati internazionali, Glifosate e AMPA sono le sostanze che più determinano il superamento degli SQA nelle acque superficiali: AMPA in 70 punti (79,5% del totale), glifosate in 37 punti (42% del totale)”;
  • già in data 25 febbraio 2014 il Sindaco, in risposta alla mia interrogazione in merito all’uso di diserbanti a base di glifosate nelle nostre campagne, sottolineava come “Il Glifosate è un principio attivo, cioè la parte della miscela fitosanitaria che ha, effettivamente, azione diserbante, è uno fra gli elementi più presenti all’interno dei fitosanitari diserbanti, anche se non è l’unico, però è uno dei più diffusi. La degradazione del glifosate nel terreno, dato che viene rapidamente assorbito e tende a comportarsi come fosfati inorganici, naturalmente presenti nel terreno stesso, come questi è praticamente immobile e poco soggetto al dilavamento, quindi anche se piove rimane lì. […] Queste caratteristiche fanno si che il suo uso non comporti rischio di contaminazione dei corpi idrici profondi, o delle acque superficiali, evitando problemi a livello di approvvigionamento idrico e di contaminazione in genere, non penetra, non c’è percolazione. Quindi è ben specificato che degradandosi a contatto con il terreno è praticamente impossibile che venga a contatto con la falda acquifera, ove presente.”
  • sulle schede di sicurezza dei diserbanti a base di gliphosate che viene riportato che “può provocare a lungo termine effetti negativi per l’ambiente acquatico”;
  • già altre amministrazioni comunali hanno provveduto ad emanare ordinanze per vietare o comunque limitare al massimo l’uso di prodotti chimici diserbanti nel loro territorio;

SI IMPEGNA IL SINDACO

  • ad attuare tutte le iniziative che ritiene opportune per vietare -o comunque limitare il più possibile- l’utilizzo di diserbanti fitosanitari nel territorio comunale;
  • a potenziare l’attività di controllo del rispetto delle norme che regolano l’uso di tali prodotti, con particolare riferimento all’obbligo di installare apposita cartellonistica di avviso;

In fede,

Michele Pinassi


Siena, 14.04.2016

Al Sindaco del Comune di Siena
Al Presidente del Consiglio Comunale
loro sedi

EMENDAMENTO alla mozione per impegnare l’Amministrazione Comunale a vietare l’utilizzo di diserbanti a base di gliphosate

Si propone di emendare come segue.

AGGIUNGERE al PREMESSO CHE i seguenti punti:

  • con la delibera n. 821 del 4 agosto 2015, la Regione Toscana ha sancito il divieto di utilizzo diserbante Glyphosate/Glifosate nelle aree extra agricole che recita esplicitamente “l’uso non agricolo dei prodotti fitosanitari che contengano il principio attivo glyphosate e vietato in applicazione della Legge Regionale 10 luglio 1999, n. 36 “Disciplina per l’impiego dei diserbanti e geodisinfestanti nei settori non agricoli …..”;
  • presso numerosi punti di vendita al commercio locati sul territorio Comunale sono presenti in libera vendita confezioni di diserbante a base Glyphosate/Glifosate;
  • dal 26 novembre 2015, con la direttiva europea 128/2009 recepita dal PAN (Piano Agricolo Nazionale), per l’acquisto e l’uso di prodotti fitosanitari di qualunque classe tossicologica, compresi quindi quelli a base di Glifosato, (mentre sino a oggi era necessario solo per i prodotti tossici o nocivi) sarà necessario essere in possesso di apposito “patentino”;
  • per quanto detti prodotti sono regolarmente registrati presso il Ministero della Sanità sono comunque non vendibili sul territorio regionale Toscano in virtù della legge e successiva Delibera emessa;
  • tali prodotti sono evidentemente non utilizzati dall’utente/acquirente per uso agricolo stante il fatto che in etichetta molti risultano essere indicati come “non professionali” ,” erbicida sistemico per aree non agricole” e/o specifici per “balconi , vialetti domestici , giardino domestico aree industriali e civili etc..etc..”;
  • la delibera regionale non specifica percentuali massime di principio attivo in deroga al divieto esplicitato;

AGGIUNGERE al dispositivo i seguenti punti:

  • ad adoperarsi affinché sia rispettata la Delibera 821 della Regione Toscana, vietando la vendita agli utenti sprovvisti di apposito “patentino” (come previsto dalla direttiva europea 128/2009) di qualsiasi prodotto contenente Glyphosate/Glifosate in confezioni pari o inferiori a lt 1 (uno) e/o comunque indicanti in etichetta utilizzo fuori dal campo agricolo;

In fede,

Michele Pinassi


Il “Rapporto nazionale pesticidi nelle acque: dati 2009-2010. Edizione 2013” è scaricabile qui: http://www.isprambiente.gov.it/it/pubblicazioni/rapporti/rapporto-nazionale-pesticidi-nelle-acque-dati-2009-2010.-edizione-2013

Download (PDF, 218KB)

Comments