Il programma

Siena città del buon governo che è stato per decenni solo un affresco.

Il “buon governo” è invece un governo che ascolta e interagisce con i cittadini. I cittadini sono le nostre stelle. Per un’azione concreta sul territorio, in linea con i principi del MoVimento 5 Stelle, adotteremo una politica di democrazia diretta e trasparenza totale. Trasparenza nei bilanci, referendum propositivi senza quorum, bilancio partecipato. Totale revisione dei meccanismi di individuazione delle nomine nelle partecipate e dei consulenti esterni, basati su criteri oggettivi di meritocrazia e rotazione.


Il MoVimento 5 Stelle è attento ai giovani, al futuro della nostra città nel loro interesse.

Bisogna intervenire adesso prima che tutto crolli. La Fondazione MPS è un meccanismo fondamentale per il rilancio della città, ma dovrà liberarsi dalla forma giuridica della Fondazione bancaria, ormai inapplicabile, e adottare forme assai più sobrie di gestione, in modo che possa finalmente tornare ad erogare contributi significativi al territorio di riferimento. Individuare temi specifici: come il mantenimento del patrimonio storico artistico e l’istituzione di un laboratorio di eccellenza per la partecipazione a bandi europei volta a favorire lo sviluppo delle imprese locali e quindi ad un incremento dell’occupazione.


La sicurezza a Siena è un tema fortemente percepito.

L’aumento della microcriminalità e la sensazione di impotenza da parte dei cittadini deve essere contrastata con una politica di intervento: più telecamere, più presenza e controlli sulle strade, un più attento monitoraggio dei fenomeni di accoglienza. Difesa dei presidi sanitari senesi in contrasto all’accentramento fiorentino centrico.


Lo spopolamento del centro storico sta minando la coesione sociale.

La città deve tornare a chi la “vive”, che sia tutto il giorno, tutti i giorni od anche solo per la visita di un fine settimana. Il prossimo Piano Urbanistico, riprendendo gli studi e le esperienze a partire dagli anni ’90, dovrà prevedere la destinazione prevalentemente residenziale dei parcheggi siti nel centro o nelle sue prossimità, mentre una cintura esterna di parcheggi attrezzati dovrà servire come snodo intermodale per turisti e pendolari giornalieri. Far rivivere l’immenso patrimonio degli immobili e delle aree inutilizzate, crescente in quantità e stato di degrado, coinvolgendo direttamente cittadini, comitati e contrade.


C’è stato un referendum, il popolo italiano ha deciso, ha vinto, e l’acqua deve ritornare pubblica.

Altrove è stato fatto, lo faremo anche a Siena. Stesso ragionamento andrà esteso a tutto ciò che è Bene Comune. I rifiuti sono una risorsa non un problema, attueremo una reale tariffa puntuale dei rifiuti: “si paga in funzione di quanto si produce”. Investire in educazione ambientale per migliorare la qualità delle materie riciclabili e strappare così un prezzo migliore sul mercato.

Scarica e diffondi il nostro volantino: